Vuoi essere sempre aggiornato su news ed eventi? ISCRIVITI

Foto

  • image
  • image
  • image
  • image
  • Calendario 2014
  • image
  • image
  • image

Impegno Sociale

HOT NEWS
: AGGIORNAMENTO ATTRAVERSO I CORSI TERRITORIALI DELL’AIAC -         accedere al sito www.settoretecnicofigc.vcorsi.it (cliccare sulla scritta per aprire la pagina E-LEARNING Vcorsi) -         digitare i codici personali di accesso al sistema (numero tesserino, password) -         completare la propria anagrafica fornendo per intero le informazioni richieste al fine di completare l’iscrizione -         opzionare la soluzione dell’aggiornamento attraverso i corsi territoriali utilizando il pulsante“Invia la richiesta per seguire il corso territoriale” -         confermare la richiesta premendo il bottone “OK” sulla finestra che si aprirà successivamente.
AddThis Social Bookmark Button

                                       


di

Giulio Mancusi Responsabile Tecnico Potenza Soccer

 

                “…...IL CALCIO E' DIVERTIMENTO........”

 

Puo' sembrare una frase fatta, ma noi della Potenza Soccer School ne facciamo una filosofia di vita, una metodologia di apprendimento per i nostri ragazzi. Dal mio punto di vista l'apprendimento del gioco del calcio è improntato su 4 aspetti principali;

 

  • · DIVERTIMENTO

         non c'è apprendimento senza divertimento

         · COORDINAZIONE

         la base della motricita'

         · VELOCITA'

         fondamentale nel calcio attuale

         · PARTITE

         abitudine al confronto e alle situazioni.

                                     

                                               DIVERTIMENTO

 

Amo il calcio “il calcio è divertimento” ed ho dedicato la mia vita a praticarlo a livello agonistico,  ed attraverso il divertimento ho sempre cercato di trasmetterlo ai miei allievi, sia ai bambini che a giocatori piu' evoluti. Girando per tanti anni i campi di calcio molto spesso, allenatori, genitori, dirigenti e spettatori impediscono i bambini di divertirsi perchè pretendono che questi si comportino da adulti, riportando molto spesso aspettative che se diventano realta' dai 6-12 anni ci troviamo di fronte ad un “fenomeno”.Ora la domanda nasce spontanea...Quando un bambino viene definito “bravo”? Quando questi si comporta come un adulto in miniatura. Ed è normale che un bambino giochi come un giocatore evoluto? Dal mio punto di vista è normale e corretto che giochi a calcio come un bambino correndo dietro al pallone seguendo il proprio istinto ed il proprio piacere.Il nostro punto di partenza è il D I V E R T I M E N T O!!!Le proposte degli ISTRUTTORI-EDUCATORI prediligono il “metodo induttivo” favorendo la creativita' del bambino ad ogni sollecitazione motoria. Da soli arrivano a risolvere il “problema motorio”

 

COORDINAZIONE

 

La coordinazione è quella capacita' che permette di eseguire movimenti nel modo piu' efficace e si migliora, grazie al nostro organismo che e' una macchina meravigliosa, dalle risorse infinite e spesso sconosciute per quanto riguarda il Sistema Nervoso Centrale. Da quando si inizia a calciare il pallone l'obiettivo vero e proprio deve essere il corretto sviluppo della propria coordinazione. Il primario compito delle scuole di calcio deve essere quello di far crescere i ragazzi con un bagaglio di capacita' motorie elevato e vario. Tra le molteplici tassonomie presentate negli anni ho scelto la classificazione di Blume :

         · Accoppiamento e combinazione;

         · differenzazione

         · equilibrio

         · organizzazione spazio-temporale

         · reazione

         · adattamento e trasformazione

         · ritmizzazione

         · fantasia ed anticipazione motoria.

                                              

                                               VELOCITA'

 

Nel calcio la velocita'-rapidita' è una delle doti fondamentali, ed è condizionata dalle situazioni di gioco e dall' abilita' tecnica individuale. Per velocita' si intende la capacita' che ha un soggetto di eseguire delle azioni motorie alla massima intensita' in un tempo minimo. Il periodo sensibile di incremento è dagli 8-12 anni. Parliamo di movimento veloce quando tutto il corpo partecipa, mentre si parla di rapidita' quando partecipano al movimento singole parti. Tutto l' allenamento che proponiamo ai nostri bambini deve avere costantemente le caratteristiche di ritmo, velocità,  intensità  (di stimoli) e creatività. Le esercitazioni ed i giochi proposti devono ,a livello esecutivo e tecnico, devono essere conclusi nel minor tempo possibile. Importanza viene data all'efficacia del gesto tecnico e non alla perfezione...molto spesso le partite si vincono cosi! tante volte vediamo attaccanti che fanno esecuzioni perfette ma spesso non segna.

                                              

                                               PARTITA

 

Normalmente gli allenatori lasciano il finale dell'allenamento per far giocare liberamente i bambini non curandosi più dei singoli e a volte anche del gruppo, in quanto ci si fa forte della “comoda” affermazione ”lasciamoli giocare” .A parer mio i bambini bisogna si lasciarli giocare ma inserendo un ingrediente importantissimo: L'AGONISMO. Inoltre la nuova tendenza è quella di inserire alcuni minuti di mini-partita tra una esercitazione di apprendimento e l'altra, dividendo il gruppo in 4squadre equlibrate accattivando l'attenzione con nomi di fantasia se siamo difronte ai 5-8 anni, nomi di nazionali e calciatori per i 9-11 anni. Si organizza una mini-partita a grande intensità, tanti goal, ed agonismo ludico. Questo tipo di partite ci permette di formare caratterialmente tutti i giocatori entrando in campo divertendosi e impegnandosi al massimo.

                  

                   “.......IL CALCIO E' DIVERTIMENTO......”

 

                                               LA TECNICA

 

Qualcuno dirà ma la tecnica non si fa? E' stata dimenticata? Noooo....La tecnica è il complesso di movimenti con senza che più frequentemente si manifestano in una partita di calcio. Essa si divide in tecnica di base e tecnica applicata individuale. Il gioco mi permette di allenare la tecnica, l'esercizio- gioco non ha mai un solo obiettivo ma tanti aspetti migliorativi del giocatore. Sono un convinto sostenitore del fatto che attraverso il DIVERTIMENTO-LA COORDINAZIONE-LA VELOCITA'-LA PARTITA, la tecnica possa essere insegnata globalmente, evitando la noia della ripetizione continua del gesto tecnico che porterebbe il bambino ad all’ abbandono dell' attività. Il bambino deve imparare il gesto tecnico in maniera corretta ma deve avere la possibilità di personalizzarlo. Quindi tutte le proposte sono valide ma devono essere presentate con “metodo”. Il tecnico-educatore deve essere in possesso del metodo e non dell'esercizio, anche perche' facendo una semplice considerazione, se per essere bravi allenatori, bastasse conoscere migliaia di esercizi, tutti sarebbero allenatori professionisti di serie A. In base alla mia esperienza, ritengo che calciatori si possa diventare, partendo da un pre - requisito fondamentale di base: ESSERE ALLENATI IN MODO CORRETTO. Un esempio lampante è vedere un giovane calciatore che emerge in un campionato e l'anno successivo non fa piu' la differenza equiparandosi ai compagni.  Perchè ? Il giocatore aveva ottimi pre- requisiti ma non è stato stimolato in modo corretto oppure in modo non sufficiente? Con questo metodo di lavorare ci consente di sbagliare meno, rispetto alle più' comuni filosofie di selezione evitando la perdita di talenti.

 

 

        “...........IL CALCIO E' DIVERTIMENTO.............”

Tesseramento Annuale

Sponsor

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
144100
Oggi
Ieri
21
40
Visitors Counter



Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.6 templates web hosting Valid XHTML and CSS.

Gruppo Regionale Lucano - Via Tirreno, 30 – 85100 Potenza - ( Tel/fax 097169091 Cell. 3939212596 )   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gruppo Provinciale Potenza - Via Tirreno, 30 – 85100 Potenza-( Tel/fax 097169091 Cell. 3397218797 ) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gruppo Provinciale Matera                                                          (Cell. 3316115131)                                  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.